Next Game:

RUBRICA: IL CHIRINGUITO DELLA ISLA FELIZ - SETTIMANA 12

La Tenacia

Intervista
Apr 09, 2019

Tenacia – dal latino “tenacia”, derivato di “tenere”.
Significa letteralmente tenere attaccato, avere forte proprietà adesiva. Non far spezzare, non far rompere. Resistere.
Con il passare del tempo, la tenacia è diventata fermezza nella volontà, costanza nell’azione, resistenza nella decisione…un atteggiamento risoluto che non si scolla dal proposito e che regge ogni avversità. Non arrendersi.
E’ la tenacia, la perseveranza che può portarci ai successi. Raggiungere i propri obiettivi nella vita non può dipendere solo dal talento, o dalla fortuna, o dall’istruzione. Senza la combinazione di questi fattori e di un costante impegno per dare il meglio di sé, non si arriverebbe alla meta.
La tenacia è un atteggiamento mentale, che ti guida costantemente in ogni aspetto della tua vita.
E’ il modo in cui leggi ciò che ti accade, interpreti gli avvenimenti, dai un significato ad ogni passo che compi.
E’ l’atteggiamento per cui quando inciampi, decidi di ripartire.
E’ volontà.
E’ il motore per cui ogni volta che vivi un momento difficile, decidi di farne tesoro fra le tue esperienze per tirarne fuori qualcosa di positivo e di costruttivo. E ogni volta che fai un errore, lo apprezzi e lo conservi come fonte di apprendimento.
E’ il pensiero che ti fa vedere le tue debolezze come punto di forza, su cui insistere e lavorare per arrivare oltre al tuo limite.
E’ la forza di concentrarsi non sui problemi, ma sulle possibili soluzioni ed alternative…. perché c’è sempre una possibilità di scelta, ma a volte è estremamente difficile vederla.
La tenacia è la costanza di credere in sé stessi sempre e comunque, anche quando sembra tutto impossibile, anche quando ti senti annientato. Forse devi prendere fiato per un momento, decidere di aspettare un po’ prima di ripartire. Ma devi voler ripartire, devi continuare a pensare che puoi farcela, contando sulle tue capacità e sulla tua determinazione.
La tenacia è anche passare attraverso le proprie paure, decidendo di prendersi rischi calcolati, perché…“Fare un salto nel vuoto è il punto di partenza delle grandi persone. (D.Viscott)”
La tenacia è saper sopportare il sacrificio, la fatica, la frustrazione. La delusione.
Richiede sforzo quotidiano, impegno, fermezza.
Richiede amor proprio, voglia di essere appagati nonostante gli ostacoli da superare. Richiede una forte motivazione intrinseca, un motore che parte da dentro, dalla nostra pancia e ci dà la spinta per camminare....se la motivazione deriva da fattori esterni, non si potrà mai avere la stessa determinazione. L’obiettivo che stiamo rincorrendo deve essere il nostro, non quello di altri. Altrimenti i nostri sforzi non saranno mai così efficaci.
Essere tenaci è difficile.
Ma quando scatta quel “clic” nella pancia, che ti fa accendere il motore e brillare gli occhi, diventa difficile anche fermarsi. Perché l’entusiasmo, l’adrenalina, l’energia che si producono, sono potentissimi.
Faranno sì che tu diventi cieco e sordo davanti alle critiche negative degli altri, che magari ti screditano, ti scoraggiano, ti frenano. Li ascolti, ma li filtri. E prendi da loro i suggerimenti che possono migliorarti, così da darti delle possibilità maggiori. Non ti fai abbattere, ma trasformi le loro critiche in insegnamenti. E vai avanti.
Essere tenaci significa avere una forte base personale, ma aver anche la capacità e l’umiltà di pensare che ogni tassello che ci può venire da terzi, può essere fonte di apprendimento e miglioramento. Significa ascoltare, filtrare, metabolizzare e aggiungere a sé.
Significa assumerci la responsabilità e l’impegno morale, nei confronti di noi stessi, di fare del nostro meglio, sempre, per realizzare i nostri sogni.
Tanto da doverci chiedere, alla fine, se quello che abbiamo ottenuto è sogno o realtà…
Perché alla fine, le sole persone che falliscono, sono quelle che non provano…

Dott.ssa Serena Brunelli



I nostri Sponsor

© Copyright Basket Club Russi 2015  |  Credits | Privacy Policy